HOME > NOVITA'

Corsa Rommel Trail: Boem (Pd), Civati solleva caso per gusto polemica

pubblicato il 03 ottobre 2017

TRIESTE (03.10.17). «Una tempesta in un bicchier d'acqua, o meglio un caso inesistente sollevato per il solo gusto della polemica». Così il consigliere regionale del Pd, Vittorino Boem replica a Giuseppe Civati (Possibile), il quale ha contestato che una gara di corsa, commemorativa della battaglia di Forcella Clautana combattuta nel 1917, sia intitolata a Erwin Rommel, allora giovane tenente degli Schutzen tedeschi che si contrapposero agli Arditi e ai bersaglieri italiani.
«Innanzitutto nessuno può porre in discussione, neanche per ipotesi, l'adesione cristallina e convinta della Regione ai principi democratici. Poi Civati e i suoi dovrebbero fare uno sforzo e capire che qui non siamo di fronte a nessuna celebrazione dell'esercito nazista: un'idea che non ha mai sfiorato le decine tra enti pubblici, associazioni e privati che, insospettabili di revisionismo come l'Associazione nazionale Alpini, a vario titolo hanno sostenuto un'iniziativa di promozione del territorio, peraltro alla seconda edizione».
E ancora, continua Boem «di fronte a certe interpretazioni esasperatamente ideologiche contrapponiamo la tranquillità di chi l'antifascismo non se lo fa insegnare da nessuno, e la consapevolezza di chi non confonde ad arte la Prima con la Seconda Guerra mondiale. Che infine Rommel abbia concluso i suoi giorni suicida, per aver partecipato alla congiura per abbattere Hitler, è un dettaglio forse poco rilevante, ma che pure potrebbe essere ricordato».