HOME > NOVITA'

Referendum: Martines (Pd), aggiorniamo uno strumento per la partecipazione alla vita delle istituzioni

pubblicato il 10 gennaio 2018

TRIESTE (10.01.18). «Con questo testo mettiamo nelle mani dei cittadini uno strumento aggiornato di partecipazione diretta alla vita delle istituzioni». A dirlo è il presidente della V commissione, Vincenzo Martines a margine dell’esame delle norme relative alla richiesta, indizione e svolgimento dei referendum abrogativo, propositivo e consultivo e all'iniziativa popolare delle leggi regionali’”.
Il testo, approvato all'unanimità dalla V commissione prevede innanzitutto l'istituzione di una commissione di garanzia per i procedimenti referendari, composta da sette componenti scelti tra magistrati, avvocati e due ex consiglieri regionali. Inoltre è prevista la riduzione a 5mila firme per la presentazione delle proposte di legge di iniziativa popolare, l'abbassamento al 40 per cento degli aventi diritto del quorum per la validità dei referendum abrogativi, consultivi e propositivi.
«Arriveremo in Aula – dichiara Martines – con un testo condiviso da parte di tutti i sottoscrittori delle proposte di legge sull'argomento, presentate in questa legislatura e che ci apprestiamo a votare a fine gennaio. Il testo contiene tutti gli elementi richiesti. Rimane comunque la possibilità di intervenire ancora con eventuali altre considerazioni».