HOME > NOVITA'

Immigrati: Shaurli (Pd), mistificazione del tema immigrazione, la riduzione dei diritti apre porte pericolose

pubblicato il 05 giugno 2018


Nota del consigliere regionale del Pd, Cristiano Shaurli: «Viviamo in uno stato di costante semplificazione e mistificazione del tema immigrazione, dove si confondono CARA con CPR, richiedenti asilo con migranti che hanno ricevuto il decreto di espulsione dal Paese. Insomma, un mondo, quello leghista, che vorrebbe rinchiudere chi fa richiesta dello status di rifugiato politico tra quattro mura, assieme a chi è stato intimato di uscire dal nostro Paese. Non solo, stiamo parlando di mettere in un un luogo dove si limitano le liberà personali, persone che non hanno subito alcun processo e non sono risultate colpevoli di alcun crimine, mettendo a rischio, così, il nostro stato di diritto. Spero che queste geniali idee rimangano solo avventate dichiarazioni per accontentare il proprio elettorato e non atti che possono portare a ridurre le garanzie per chi vive in un Paese democratico, la riduzione dei diritti apre porte pericolose, perché se oggi tocca ai migranti domani potrebbe toccare a qualcun altro».
«Ed infine, ormai quasi certo di non essere compreso, trovo drammatico che si continui a fare prove muscolari, a parlare di "pacchia" e spesso senza nemmeno la minima preparazione sulla pelle di persone che fuggono alla ricerca di una vita migliore per se e per le proprie famiglie».