HOME > NOVITA'

Immigrazione: Shaurli (Pd), basta con la distrazione di massa sulla pelle delle persone

pubblicato il 03 agosto 2018


 
IMMIGRAZIONE: SHAURLI (PD), BASTA CON LA DISTRAZIONE DI MASSA SULLA PELLE DELLE PERSONE
 
 TRIESTE. 03.08.18. «Dopo le farneticanti dichiarazioni del ministro Fontana sull'abrogazione della legge Mancino, che ha introdotto norme contro razzismo, intolleranza e azioni e slogan legati all'ideologia nazifascista, non poteva mancare l'ennesimo rilancio del governo leghista regionale». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Cristiano Shaurli commentando la stretta annunciata dall'assessore alla Sicurezza, Pierpaolo Roberti sui minori non accompagnati. «Come sempre si parla d'altro, siano diritti individuali o immigrazione, e sulla pelle delle persone per nascondere il niente dell'attività amministrativa dopo 100 giorni. Dell'assessore Roberti non vi è traccia di proposte sugli Enti locali ed è quindi comodo parlare d'altro. L'integrazione passa attraverso la formazione e l’istruzione di chi arriva nel nostro Paese. Interrompere un processo avviato già per i minorenni non accompagnati non avrebbe alcuna utilità sociale, ma significherebbe anzi abbandonare questi ragazzi a probabili difficoltà e disagi, con i riflessi negativi per tutti, cittadini italiani compresi» sostiene Shaurli. «Nella sua frenetica e populista lotta all'invasore, Roberti non ha evidentemente ancora compreso quali sono le reali problematiche di gestione. Ha tolto risorse ai Comuni per progetti avviati, ad associazioni, Caritas e parrocchie per percorsi consolidati. Pensa davvero che spazzare via tutto con un colpo di spugna sia la soluzione? Pensa che parlare d'altro nasconda inefficienze e carenza di idee? Intanto se è andato fino a Roma e se ritiene che i costi siano elevati si faccia dare un po' di soldi in più dal Governo amico, sarebbe già un primo risultato».