HOME > NOVITA'

Leva: Cosolini (Pd), inutile per formazione dei giovani

pubblicato il 02 ottobre 2018

TRIESTE. 02.10.18. «Se il tema è l'educazione dei giovani, la leva obbligatoria è qualcosa di inutile e anacronistico. Diamo ai giovani strumenti veri per la loro formazione». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Roberto Cosolini, commentando la proposta di legge nazionale 2 firmata da Piero Camber e Mara Piccin (Fi) con cui si intende istituire il servizio civile o militare obbligatorio, a 14 anni dalla legge di sospensione della Leva (legge 226/2004).
«Il patrimonio dei valori del Pd riconosce tutte le istituzioni e sicuramente anche le Forze armate visto il contributo che danno e che hanno dato. Restano tuttavia fortissime perplessità da parte del Pd su questa legge che non affronta il ruolo delle forze armate, quello della difesa dei confini della Patria, confini che sono ormai qualcosa di profondamente diverso rispetto al passato».
Secondo Cosolini, relatore di minoranza della legge, «dobbiamo porci una domanda: oggi cosa serve di più ai giovani? Noi pensiamo serva formazione, diritto allo studio, incentivi per svolgere percorsi formativi anche all’estero e serve investire sulla conoscenza delle lingue straniere». Gli emendamenti del Pd, spiega Cosolini, «concentrano la scelta sul servizio civile, più utile ed elastico rispetto alla formazione dei giovani. Se è per loro che facciamo una legge, i 6 mesi in caserma non cambieranno un bel nulla. Guardiamo a strumenti realmente formativi e capaci di dare un orizzonte lavorativo e non poniamo un ulteriore rischio e ostacolo in un mercato dinamico e selettivo come quello odierno».