HOME > NOVITA'

Viabilità: Conficoni (Pd), Pontebbana in crisi, serve asse Regione-Comuni

pubblicato il 11 ottobre 2018

PORDENONE. 11.10.18. «La pesante situazione lungo la strada statale 13, tra intasamenti e inquinamento, minaccia la qualità della vita e la competitività delle imprese. Ora serve un'azione comune tra amministrazione regionale e sindaci per arrivare a un risultato da troppo tempo atteso e risolvere finalmente la crisi della Pontebbana».
A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Nicola Conficoni commentando la situazione viabilistica della strada statale 13 “Pontebbana”.
«Dopo che dieci anni fa l'allora assessore regionale alle Infrastrutture, Riccardi distrasse i fondi stanziati dalla Giunta Illy per realizzare il nuovo ponte sul Meduna, ben venga la disponibilità dell’assessore Pizzimenti a finanziare l’indispensabile infrastruttura e una circonvallazione dell’abitato di Casarsa» sostiene l'esponente dem.
«Proprio per stimolare l’amministrazione a intervenire con un’ottica di priorità, stanziando le necessarie risorse già con la prossima legge di bilancio, già la scorsa settimana abbiamo invitato l'assessore a illustrare alla competente commissione regionale il progetto di riqualificazione dell’importante arteria stradale, commissionato dalla Giunta Serracchiani che, durante il precedente mandato, nel Friuli Occidentale ha sbloccato i lavori di costruzione della bretella sud di Pordenone e della circonvallazione di San Vito al Tagliamento nonché implementato la Strada del Mobile».
All’incontro, fa sapere Conficoni, «è stata chiesta anche la presenza dei sindaci dei Comuni attraversati dalla “Pontebbana”. Con loro è opportuno condividere tempestivamente sia un cronoprogramma di investimenti da attuare a stralci per fluidificare il traffico anche lungo il tratto urbano della Strada statale, sia eventuali interventi da mettere subito in campo per velocizzare il collegamento tra Udine e Pordenone. È davvero paradossale – conclude Conficoni – che, a parità di distanza, dal capoluogo della Destra Tagliamento sia decisamente più facile raggiungere il centro di Treviso che la sede della nuova Camera di Commercio unificata».