HOME > NOVITA'

Commercio: Agnola, i centri commerciali naturali potranno essere avviati

pubblicato il 11 maggio 2017

TRIESTE (11.05.17). «I centri commerciali naturali potranno essere avviati e sostenuti con contributi regionali. Questo rappresenta il coronamento di un impegno della maggioranza per il sostegno al commercio locale, quello dei piccoli centri che combattono ad armi impari contro i centri commerciali che putroppo escono rafforzati dalla vicenda delle festività». Lo afferma il consigliere regionale del Pd, Enio Agnola, vicepresidente della seconda commissione Attività produttive commentando la sentenza della Corte costituzionale che ha dichiarato incostituzionali gli articoli che obbligano alla chiusura gli esercizi commerciali in alcune festività in Friuli Venezia Giulia, secondo quanto stabilito dalla legge regionale in materia. «Nella stessa sentenza che ha bocciato le chiusure nelle festività si è invece registrata una vittoria della Regione in quanto su questo tema l'azione della regione é stata considerata legittima con la sola esclusione che ai centri commerciali naturali partecipino i Comuni e le Camere di commercio».
Secondo Agnola, «gli operatori commerciali dei centri storici e centri minori sono chiamati a cooperare tra loro costituendo i centri commerciali naturali, sostenuti anche dalle associazioni di categoria e magari dalle Pro loco e associazioni locali. Queste strutture potranno, con il sostegno della Regione, attivare forme di valorizzazione del territorio mediante la promozione delle attività commerciali e dei prodotti tradizionali, attivare servizi coordinati per migliorare i servizi ai consumatori e sviluppare attività di animazione per attirare la clientela locale e quella turistica».